La tendenza a schiarire i propri capelli è ormai un’abitudine della maggior parte delle donne, in quanto grazie a diverse ed innovative tecniche, è possibile creare movimento all’interno del proprio colore creando un effetto naturale che imita le schiariture dei raggi solari. Naturalmente il risultato dipende dal proprio colore di capelli, dalle abitudini, dalla lunghezza dei capelli e da quale effetto si desidera ottenere: schiariture omogenee e delicate, punti di luce o riflessi, contrasti più netti, schiariture su tutta la lunghezza o solo sulle punte finali.

Ad ognuna la propria schiaritura

Come dicevamo, le tecniche oggi utilizzate sono davvero tante ed ogni stagione se ne aggiunge una nuova alla lista capace di creare un effetto piuttosto che un altro, facciamo quindi un po’ di chiarezza tra i vari trattamenti e sulle loro differenze.

Shatush, una parola negli ultimi anni sentita continuamente che prevede la cotonatura delle lunghezze e la decolorazione delle ciocche lasciate; la schiaritura è più intensa sulle punte e appena accennata sulle radici proprio perché imita l’effetto della ricrescita. Adatto a chi ha la base scura e vuole schiarire le punte, oppure a chi ha una base bionda e vuole degli effetti luce più visibili. Troviamo poi le più conosciute mèches, utilizzate solitamente da chi ha già i capelli chiari, anche sulla cute per evitare contrasti esagerati, e prevede la decolorazione di tutta la lunghezza di alcune ciocche sottili e regolari per un effetto illuminante e schiarente. Ancora più delicati sono i colpi di sole, adatti a bionde e more, vengono effettuate su ciocche estremamente sottili per dare ancora più luce e volume alla chioma per un effetto molto più naturale. Il degradè è un effetto schiarente moderato che lavora sulle lunghezze partendo più delicato vicino la cute, e aumentando l’intensità delle schiariture a mano a mano che ci si avvicina alle punte finali. Eccoci poi alla tecnica oggi più richiesta, quella del Balayage, qui il parrucchiere pennella le ciocche a mano libera in senso verticale, creando sfumature morbide più o meno nette e molto simili alle schiariture estive del sole. Si tratta quindi di sfumature che giocano sui punti di luce senza cambiare eccessivamente la gradazione del colore, e proprio per questo è estremamente importante affidarsi a chi ha esperienza con questa tecnica, è adatto sia alle more che alle bionde, giocando ovviamente con punti di luce e sfumature di colore diverse ma sempre in linea con il colore di base. Per ultimo ma non meno importante c’è il Flamboyage, ultimo nato tra le tecniche di schiaritura, che lascia molto spazio alla fantasia dell’hair stylist. Può essere modulato a seconda dell’esigenza della cliente; l’effetto finale può essere sia molto naturale o molto marcato, dipende dai gusti.

Il vantaggio di essere consigliati

Da qui in poi sono nate infinite varianti di queste tecniche tutte volte a rendere sempre più naturale l’effetto finale, quasi non ci fosse l’intervento del parrucchiere ma fosse solo l’effetto dei raggi solari. È importante tuttavia, prima di procedere con la tecnica scelta, sapere quali sono i pro e i contro e avere ben chiaro l’effetto finale, decidere se si preferisce decolorare solo le lunghezze, o scegliere anche in base alla frequenza con la quale si desidera poi andare dal parrucchiere. Presso Hair Glam Parrucchieri
troverai una realtà giovane e dinamica, che nasce come punto di riferimento dedicato a coloro che desiderano prendersi cura della propria bellezza partendo dai capelli. Potrai scegliere tra tantissimi trattamenti come shatush, flamboyage, degradè, balayage o colorazioni senza ammoniaca, trattamenti bio, anti-caduta dei capelli e tanto altro ancora. Vieni a trovarci  in Via Vincenzo Tieri 130 - Roma 00123 (Rm) oppure chiamaci al numero +39 06 30892100 per richiedere informazioni o prenotare un incontro con i nostri consulenti.